Valuta l'offerta:

13. l Rifugio Zacchi

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Indirizzo: Kolodvorska ulica 1 b 4280 Kranjska Gora
Telefono: ++386 4 588 50 20, ++386 4 580 94 40
Fax: ++386 4 588 50 21, ++386 4 580 94 41
e-mail:
www.kranjska-gora.si
Da Kranjska Gora procediamo verso Ovest per il percorso ciclistico fino a Rateče e più avanti fino al confine di Stato. Dopo il confine (non dimenticate un documento personale anche se raramente si chiede ai ciclisti di farlo vedere) giriamo alla prima diramazione a sinistra, uscendo dalla strada principale e facciamo il percorso fino all'incrocio dove l'indicatore stradale ci fa vedere la direzione per i laghi di Fusine/Belopeška jezera. Continuiamo fino alla prossima diramazione dove un percorso a sinistra va indietro al confine, noi però andiamo a destra e dritto attraverso il bosco fino al paese di Scicchizza, dove ritorniamo sulla strada asfaltata che porta ai laghi di Fusine/Belopeška jezera. Giriamo a sinistra. Una salita abbastanza ripida ci porta fino al primo dei due laghi e dopo una breve discesa siamo al secondo lago di Mangart. Continuiamo davanti alla trattoria attraverso i boschi fino alla sbarra. Passare sotto la sbarra sarà un esercizio per la nostra spina dorsale, se no, trasferiamo la bicicletta di sopra e da qui comincia la parte più bella del percorso. Non c'è più la questione del panorama ma sopratutto della parte sportiva del percorso in bici, un vero lavoro da atleta. Un po' prima siamo passati per un incrocio con indicazioni sulle tavolette disegnate in una maniera molto simpatica che ci parlano delle due possibiltà di salire fino alla casa alpina / rifugio Zacchi. Quelli che fanno la marcia devono andare a sinistra; i biciclisti prima fanno la discesa ma dopo vanno dritto. Il sentiero a destra però porta sul monte di Mangart dove il percorso in bicicletta non è possibile. Presto ci si avvicina alla salita in cemento armato che è molto ripida. In alcune parti soprattutto in quelle più ripide i torrenti che nascono durante la pioggia portano via il sentiero, cosi che fino alla fine del nostro percorso, cioè alla casa alpina / rifugio Zacchi può succedere d'incontrare più settori devastati. Se siete uno di quelli che sono fisicamente veramente ben preparati e riescono a fare tutta la salita senza fermarsi e scendere dalla bicicletta siete anche i più bravi. Certo che ogni tanto potete decidervi di fare una sosta per riposarvi; godetevi la vostra gita circondati dalle belissime pareti occidentali delle«vostre« montagne di Ponca. Finalmente siamo arrivati alla casa alpina nella speranza che sia aperta: di sicuro abbiamo meritato un rinfresco. Facciamo la discesa sullo stesso percorso di prima. A quelli che vogliono qualcosa di diverso consigliamo di scegliere un bel sentiero ben marcato che commincia a sinistra della casa alpina prendendo in cosiderazione la direzione del nostro arrivo. Il sentiero è destinato ai passanti che vanno a piedi. Attenzione! Prendeteli in considerazione quando li incontrate. Il sentiero è a tornanti e quasi tutte le curve sono asfaltate – il percorso è ben fatto però ancora abbastanza esigente.  



Grado di difficolta
difficolta media 

Durata della gita : 17 km

Visite
individuali 

Curatore : LTO Kranjska Gora | ++386 4 588 50 20 | | last modified: 05.07.2014

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni