Valuta l'offerta:

Museo della Bela krajina Metlika

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Indirizzo: Trg svobode 4 8330 Metlika
Telefono: ++386 7 306 33 70, ++386 7 305 81 77
Fax: ++386 7 306 33 71
e-mail:
www.belokranjski-muzej.si
Museo della Bela Krajina Metlika presenta la vita della gente dalla preistoria alla meta del XX secolo.

Al Museo della Bela krajina, ospitato dal castello di Metlika, si puo visitare la mostra sulla vita nella Bela krajina dalla preistoria fino alla meta del sec. XX; fanno parte del museo inoltre la Collezione del poeta Oton Župančič a Vinica, la Collezione museale locale di Semič in e la Galleria d’arte Kambič a Metlika.
 
Posta elettronica:

Orario di apertura:
dal lunedi al sabato dalle 9.00 alle 17.00
domenica e festivi dalle 9.00 alle 12.00
Fuori orario d'apertura previo appuntamento.
Per le visite guidate e neccesario prendere accordi in anticipo.
All'interno del museo di Metlika ci sono anche la sala esposizioni di Gangl per le mostre temporanee, che opera nell'ambito del museo della Bela Krajina, e la Cantina del castello.
Il negozio del museo e aperto secondo gli orari del museo.
Chiuso:
1 gennaio, 1 november, 25 dicembre

Ingresso a pagamento: SI

Ingreso libero
Tessere ICOM, ICOMUS, PRESS
Sedi dislocate:
Raccolta regionale del museo
Štefanov trg 7, Semič
curatrie Tereza Tomaževič
Telefono: +386 (0) 7 35 65 200, +386 (0) 31 693 306
Collezione commemorativa di Oton Župančič
Vinica 6, Vinica
curatrie Metka Brozovič
Telefono: +386 (0) 41 703 609
Il Museo della Bela Krajina Metlika, inaugurato nel 1951, si trova all'interno del castello di Metlika, nella parte vecchia della citta. Gli operatori del museo curano il patrimonio culturale mobile della Bela Krajina e coordinato tre mostre stabili, una maggiore a Metlika e due minori a Vinica e Semič.

Caratteristica della regione tra le Kolpa ed i Gorjanci, con le sue specificita sia geografiche che etniche e culturali, e la variegata storia, che sotto molti aspetti e diversa da quella degli altri luopgi della Slovenia. Di cio parla il film Immagini della Bela krajina, che fa da introduzione alla mostra stabile del castrello di Metlika. Al suo interno e rapresentata con numerosi oggetti, con delle parziali installazioni ambientali, con del materiale fotografico e documentario, la vita della gente dalla preistoria alla meta del XX secolo.

Le prime tracce della presenza dell'uomo nella Bela Krajina risalgono alla prima eta della pietra, periodo con il quale ha inizio la visita alla raccolta archeologica. E presentata poi la vita nell'eta del bronzo e del ferro, nel periodo dei celti e dei romani fino all'era tradoantica, quando vel V secolo sul Kučar nei pressi di Podzemlje si trovava un importante centro religioso ed amministrativo.
Nella raccolta culturale e storica e presentata la storia della Bela Krajina dal 1200 circa in poi , quando la Kolpa divento il fiume di confine tra la Carionla e la Croazia. Nel XIV secolo furono fondate Metlika e Črnomelj , che passarono dei brutti periodi soprattutto nel XV e XVI secolo a causa delle invasioni dei turchi. A testimonianza dell'interessante storia del preiodo romano, del medio e nuovo evo, troviamo la raccolta in pietra del lapidario.
La gran parte della mostra stabile ci fa dare uno sguadro a come era la vita degli abitanti della Bela Krajina nel XIX e nella prima meta del XX secolo. In quel periodo Metlika e Črnomelj furono spiccamente citta di artigiani e mercanti con una forte impronta agraria. I cittadini fondarono una serie di societa culturali ed economiche, molte delle quali esistono ancora oggi. La raccolta etnologica riproduce le tipicita del modo di vivere della popolatione contadinadella Bela Krajina. Nel suo ambito qualcosa di particolare e la raccolta vinicola collocata nella cantina del castello. La visita alla mostra stabile termina con la raccolta relativa alla storia recente, con i fatti piu importanti avventui nella Bela Krajina nella prima meta del XX secolo.
Le collezione commemorativa di Oton Župančič a Vinica rappresenta la vita ed il ricco operato del maggiore poeta della Bela Krajina.

La raccolta regionale del museo a Semič alza invece il sipario su dei frammenti di storia di Semič e dei suoi dintorni e sulla vita dei suoi abitanti della preistoria alle fine della ll guerra mondiale. E inoltre interessante anche la raccolta vinicola, per la quale si e scelto un ambiente adatto.
 


Belokranjski muzej 
Trg svobode 4 
8330 
Metlika 
Telefono : ++386 7 306 33 70 
Telefono 2 : ++386 7 305 81 77 
Fax : ++386 7 306 33 71 
E-mail :  
Sito internet : www.belokranjski-muzej.si 


guidate
individuali
GPS Northing (N) : 45,6514 
GPS Easting (E) : 15,3178 

Next Exit, European Youth Card 

Nota – agevolazioni :  
European Youth Card:
55 % sui biglietti
 
Fotografie
Curatore : TIC Metlika | ++386 7 363 54 70 | | last modified: 13.02.2014
Vai alla mappa
GPS N: 45,6514
E: 15,3178
Località: Metlika

Prenota & acquista

Prenotazione
Cerca in:

Data di arrivo:
Giorno
Mese
Anno

Notti
Camere
Adulti/cam.
Posiziona su Google Maps
Ricerca avanzata
CERCA
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni